Il 13 Dicembre 1989 il Giudice Istruttore Dott. Mario Rotella, con una sentenza di ordinanza chiude definitivamente la pista sarda che si era attivata nel 1982. Il G.I. Mario Rotella deposita una sentenza di 162 pagine in cui, dopo la lunga descrizione delle indagini effettuate e le relative conclusioni che queste indagini non sono riuscite a trovare nessuna prova che possa essere risolutiva in un giudizio, proscioglie per non aver commesso il fatto: Francesco Vinci e Salvatore Vinci, Giovanni Mele e Piero Mucciarini e Marcello Chiaramonti da ogni accusa. Ordinò di doversi procedere contro Ada Pierini per falsa testimonianza per intervenuta amnistia. Ordinò di non dover procedere contro Stefano Mele per il reato di calunnia verso Carmelo Cutrona perchè il fatto non costituisce reato. Stefano Mele e Ida Pierini furono invece rinviati a giudizio per il reato di Calunnia nei confronti Francesco vinci. 

Con la creazione della SAM si era creata una frattura insanabile fra Mario Rotella sostenitore della pista sarda e i procuratori Pier Luigi Vigna, Francesco Fleury e Paolo Canessa i quali sono convinti di dover ricominciare da zero. Il G.I. Mario Rotella venne trasferito a Roma mentre il Colonnello Nunziato Torrisi viene trasferito a Lecce.

Questa la sentenza Rotella in originale.

Questa la sentenza Rotella trascritta.

13 Dicembre 1989 Chiusura definitiva della pista sarda, Sentenza Rotella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Traduttore