Il 10 Dicembre 1995 Caludio Pitocchi muore vittima di un incidente stradale per una rovinosa caduta dal motorino. Dai rilievi effettuati non risulta coinvolta nessuna macchina e nessun testimone è presente. Pitocchi era un testimone al processo istruito nei confronti di Pietro Pacciani. La sua testimonianza verteva sul fatto che era stato ritrovato un foglio, un assegno pubblicitario, con annotata a mano da Pacciani la targa della sua macchina. La frase era: “coppia FI F773759”. Il Pitocchi nella sua testimonianza ammise che, all’epoca 31enne, si era appartato con quella macchina, FIAT 131, nelle campagne di San Casciano Val di Pesa, Mercatale e in particolare anche nei pressi di Scopeti, con più ragazze, compresa Scilla Lapini che era stata la sua ragazza per due anni. La proprietà della macchina a nome Pitocchi va dal 1985 a il 1988.

Qualcuno ventila l’ipotesi che non si tratta di un incidente ma che invece rientri fra gli omicidi collaterali. Resta però un mistero il perchè ucciderlo dato che come testimone poteva, e lo aveva già fatto, certificare solo il possesso della macchina che Pacciani aveva appuntato.

10 Dicembre 1995 La morte di Claudio Pitocchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Traduttore