Il 9 Ottobre 1985 presso la Questura di Perugia arriva la notizia del ritrovamento del corpo di Francesco Narducci. Erano presenti il dirigente Alberto Speroni, il comandante della squadra mobile Ispettore Luigi Napoleoni. Testimone del momento è l’Ispettore di polizia Leonardo Mazzi che era in servizio in Questura in quel momento e lavorava all’antidroga. Secondo il registro dei servizi risulta che, in quella settimana di ottobre, l’unico giorno in cui Mazzi era impegnato in quel turno corrispondeva a mercoledì 9, ed il turno terminava verso le 20.00.

Fu l’Ispettore Luigi Napoleoni che si recò sul posto in base alla segnalazione arrivata, assieme a lui andò anche uno dei colleghi di origine sarda presenti in quel momento. Leonardo Mazzi non ricorda però quale dei tre che erano in servizio e quindi poteva essere Giampiero Sardara, Angelo Cambula o Giuliano Pascai. Uscirono dalla Questura che era quasi l’imbrunire quindi intorno alle 18.00. Mazzi inoltre ricorda che quando fini il turno, alle 20.00 l’Ispettore Napoleoni, e chi era con lui, non erano ancora rientrati.

Sempre Mazzi ricorda che giorni dopo in Questura si diceva che Narducci era ubriaco e che era stato ritrovato con le mani legate dietro alla schiena e incaprettato.

9 ottobre 1985 Notizia del ritrovamento del corpo di Francesco Narducci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Traduttore