Il 16 dicembre 2005 prosegue, presso il Tribunale di Perugia, l’incidente probatorio a carico di Alfredo Brizioli + 17 indicato come N. 9852/03 Reg. G.I.P. e N. 8970/02 Reg. NR.

Presso l’ufficio del Giudice per le indagini preliminari sono presenti come cancelliere la Sig.ra Daniela Barnocchi, come giudice la Dott.ssa Marina De Robertis e come pubblico Ministero Giuliano Mignini.

Nella giornata del 16 dicembre 2005 vengono sentiti i seguenti testi: Giordana Baldassarri, Valerio Pasquini.

Questo il verbale: Incidente Probatorio 16 dicembre 2005 BALDASSARRI PASQUINI

Questi degli stralci delle deposizioni:

Dichiarazioni in incidente probatorio di Giordana Baldassarri, ostetrica all’Ospedale di Foligno dove il Prof. Ugo era il primario e che era stata anche alle dipendenze di quest’ultimo nell’ambulatorio privato, oltre che lontana parente del noto pescatore Luigi Dolciami:

Ha qualificato quello che l’anziana signora Ornella Servadio aveva indicato come “fiori spelacchiati”, come dei “bulbi” e questo perché glielo confermò il destinatario del “presente”, cioè il Prof. Ugo. Si riporta la domanda e la risposta della Baldassarri all’udienza del 16.12.2005 (vds. p. 52): “il Professore Ugo le ha parlato dell’invio di una cravatta e di bulbi? GIORDANA BALDASSARRI: sì. “.

Dichiarazioni in incidente probatorio di Valerio Pasquini nel corso dell’incidente probatorio ha precisato raccontando quello che gli riferì l’infermiere Piferotti, uno dei collaboratori del Narducci:

una domenica mattina andando alla messa con il figlio, il figlioletto lesse nella locandina del Corriere della Sera davanti a un’edicola che il Professor Narducci era indicato come il mostro di Firenze e mi sembra lui mi disse… mi sembra che parlavano di questi reperti umani trovati nella villa di San Feliciano dai due Vigili del Fuoco che portarono la salma dal lago….

PM Dott. Mignini: Pifferotti.

Valerio Pasquini:… ecco mi disse… allora io dissi: “no ma lei sa quale domenica…”… “no, non lo so, poi – dice – anch’io l’ho cercato perché non lo comprai e io – dice – non l’ho più ritrovato”. Allora io dalle indagini che feci su in biblioteca trovai tutti i giorni ma quella domenica lì mancava, penso ne siano mancate anche altre…. passai dal Corriere della Se… dell’Umbria…. al Corriere dell’Umbria e chiesi del… cronista ma non c’era all’epoca e allora mi diedero due numeri di telefono, mi sembra due numeri di telefono, uno era del giornale e un altro un cellulare del Dottore che io poi interpellai per telefono, ma io… non ho questa registrazione……lui mi disse questo: che… ecco devo dire Mauro Avellini allora era capo cronista e lui mi disse: “sì – dice – sono stato io a far ritirare queste… sì ho dovuto farle ritirare io perché sono stato minacciato di vita” “come…”… “eh sì – dice – mi avevano detto – dice – che mi avrebbero sparato se non l’avevo…”… insomma le parole erano queste più o meno, e allora… “.

Queste le date degli incidenti probatori Brizioli +17:

4 novembre 2005 18 novembre 2005 25 novembre 2005 2 dicembre 2005 16 dicembre 2005 20 gennaio 2006 3 febbraio 2006 17 febbraio 2006

16 Dicembre 2005 Incidente probatorio a carico di Alfredo Brizioli +17

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Traduttore