Il 15 maggio 1996 viene emesso ed eseguito un decreto di perquisizione per Giovanni Faggi.

Durante la perquisizione furono sequestrati alcuni falli sia di legno che di gomma, alcune riviste pornografiche e varie agende che contenevano appunti relativi alla sua conoscenza con Pietro Pacciani. Contestualmente alla perquisizione gli fu notificato un’informazioni di garanzia relativa ai reati indicati nel decreto di perquisizione e cioè: per vilipendio di cadavere, porto illegale di arma e concorso in omicidio per i delitti del Mostro di Firenze.

Gli investigatori scrissero nel loro verbale: “Nel corso della perquisizione veniva rilevato materiale cartaceo ed altro ( falli di gomma e di legno, nonché riviste pornografiche) che il Faggi spontaneamente consegnava agli uffici di PS procedenti per gli accertamenti di rito… su un foglio di calendario relativo al 1977, e precisamente la pagina del mese di ottobre al giorno 3, lunedì, è scritto sottolineato il nome di Pacciani Pietro San Casciano.

15 Maggio 1996 Perquisizione di Giovanni Faggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Traduttore