Giuseppe Cannizzaro, indicato da Francesco Vinci come uno degli amanti della Barbara Locci. Residente in Signa, sentito a verbale, dichiara di conoscere tutta la famiglia Mele, esclude ogni sua relazione con la donna, dichiara di essere estraneo ai fatti accaduti ed egli ferma che la notte del delitto era rimasto a casa con la moglie.

24 Agosto 1968 Testimonianza Giuseppe Canizzaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *