16 Settembre 1974 Scoperta dell’uso della pistola calibro 22 nel delitto di Borgo San Lorenzo

<b>16 Settembre 1974 Scoperta dell’uso della pistola calibro 22 nel delitto di Borgo San Lorenzo</b>

I CC di Borgo San Lorenzo, solo dopo aver avuta il riscontro autoptico, comprendono che le vittime sono state colpite da arma da fuoco. Eseguono quindi una ulteriore ispezione sul luogo dell’omicidio nel corso del quale venivano rinvenuti nr. 5

15 Settembre 1974 Pomeriggio: delitto Stefania Pettini e Pasquale Gentilcore a Borgo San Lorenzo

<b>15 Settembre 1974 Pomeriggio: delitto Stefania Pettini e Pasquale Gentilcore a Borgo San Lorenzo</b>

Nel pomeriggio la stazione dei Carabinieri di Borgo San Lorenzo riceve una telefonata anonima che segnalano oggetti in prossimità della piazzola dove sono stati uccisi i due ragazzi. I Carabinieri si dirigono sul posto e alle 18.30 sono li. Rinvengono

15 Settembre 1974 Mattina: delitto Stefania Pettini e Pasquale Gentilcore a Borgo San Lorenzo

<b>15 Settembre 1974 Mattina: delitto Stefania Pettini e Pasquale Gentilcore a Borgo San Lorenzo</b>

Alle 7.30 di domenica mattina un contadino di nome Pietro Landi, residente poco distante, si reca presso la vigna chiamata “le Fontanine” per sistemare dei pali. Si tratta della piazzola detta “Le Fontanine” sita nella frazione Rabatta di Borgo San

15 Settembre 1974 Notte: Delitto di Stefania Pettini e Pasquale Gentilcore a Borgo San Lorenzo

<b>15 Settembre 1974 Notte: Delitto di Stefania Pettini e Pasquale Gentilcore a Borgo San Lorenzo</b>

A casa Pettini sono già preoccupati per la figlia, data l’ora tarda, e la preoccupazione della madre di Stefania, Bruna Bonini, diventa pressante tanto che alle 3.00 decide di svegliare un parente, Gino Ghini (nel verbale è indicato Gino Ghini,

1 Aprile 1974 Il fascicolo del delitto del 1968 torna a Firenze

<b>1 Aprile 1974 Il fascicolo del delitto del 1968 torna a Firenze</b>

Il fascicolo del delitto Barbara Locci – Antonio Lo Bianco del 1968, per cui è stato condannato Stefano Mele, viene restituito alla Cancelleria della Corte d’Assise di Firenze, (Sembra quasi uno scherzo, leggendo la data). Come vedremo in seguito al

Traduttore