Il 31 Agosto 2004 rilascia testimonianza il Colonnello Antonio Colletti, Comandante del Nucleo di PG della Procura Generale.

Questo uno stralcio della testimonianza:

Ricordo che all’epoca feci presente all’allora Comandante della Legione Carabinieri di Perugia, Colonnello Giuseppe Vecchio, ora deceduto, ed al Procuratore Generale, mi pare Dr. Marco Di Marco, credo anch’egli deceduto, che, quale Comandante dell’allora Nucleo di P.G. Carabinieri di Perugia, essendo venuto a conoscenza di notizie degne di approfondimento della vicenda “Mostro di Firenze”, era mia intenzione svolgere delle indagini più approfondite. Questo mi fu sempre precluso, poichè mi fu detto che del “caso Narducci” si stava già interessando l’Arma Territoriale. Nonostante ciò, io insistetti più volte, sia verso i miei superiori diretti che verso il Procuratore Generale dell’epoca, dal quale dipendevo funzionalmente, per svolgere indagini in tal senso, ma nonostante le mie insistenze, ciò mi veniva sempre precluso adducendo quanto sopra detto.

L’Arma territoriale che si doveva occupare delle indagini secondo i superiori di Colletti non era altro che la Compagnia CC. di Perugia al cui comando vi era il defunto Capitano Francesco Di Carlo, coinvolto nell’associazione in quanto mai le indagini non furono fatte.

31 Agosto 2004 Testimonianza di Antonio Colletti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Traduttore