Il 16 ottobre 1988, nella notte fra giovedì e venerdì, Giancarlo Menichetti guardia giurata di 52 anni residente a Chiesanuova, viene ucciso nella zona industriale di Cerbaia. Colpito a morte da un colpo di fucile impugnato dall’ex-collega ed amico Lorenzo Boretti che si era convinto che Menichetti fosse il Mostro di Firenze. Anzi Boretti afferma che l’uomo (Menichetti) avrebbe fatto parte di una setta alla quale era affiliato anche Pietro Pacciani. In merito il Boretti ha scritto un memoriale consegnato agli inquirenti. 

In questo memoriale il Boretti sosteneva che Menichetti gli aveva confidato che Pietro Pacciani non era il vero “mostro”.  Quest’affermazione, legata ad altri colloqui avuti con la vittima, lo aveva convinto della “colpevolezza” del suo ex collega. Era andato a fare ricerche anche alla biblioteca Marucelliana per documentarsi sul caso dei delitti delle coppiette e pensava che se non avesse ucciso Menichetti quest’ultimo lo avrebbe ammazzato.

Il Menichetti aveva testimoniato a riguardo dell’omicidio della coppia tedesca a Giogoli in data 11 Settembre 1983.

Il 19 pomeriggio si sono svolti i funerali di Giancarlo Menichetti nella chiesa di Santa Liberata a Cerreto Guidi suo paese di nascita. Vedi Stampa.

16 Ottobre 1998 Delitto di Giancarlo Menichetti
Tag:                 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Traduttore