Mostro. Sono di sangue umano le macchie sulla garza trovata nel luogo del delitto” di Mario Spezi. Sono di sangue umano le macchie sul pezzo di stoffa, quasi sicuramente una garza (ripiegata sei volte), trovata giovedì agli Scopeti. Gli esami ematologici non hanno consentito di stabilire il gruppo sanguigno, ma i primi risultati confermano l’importanza della scoperta. Quasi certamente quei due reperti sono stati portati sulla piazzola poco prima del loro rinvenimento. Forse è il Mostro che ha lasciato un nuovo messaggio di sfida. I reperti erano nella siepe che si trova accanto alla tenda dove si trovavano i due francesi. I guanti erano usati, perché rovesciati e sono di taglia piuttosto piccola, la “7”. I guanti, di uso molto generalizzato negli ospedali, sono della marca che, per convenzione, sono distribuite a tutte le USL fiorentine. Sarebbe possibile risalire a quale ospedale quei guanti sono stati consegnati, a meno che non siano stati acquistati in farmacia. L’indirizzo scritto sulla busta spedita a San Piero a Sieve contiene un errore grammaticale, laddove è scritto ”Procura della Republica” . Inoltre, il feticcio inviato alla Dott.ssa Della Monica non sarebbe pube ma seno.

9 Ottobre 1985 Stampa: La Nazione
Tag:                     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Traduttore