Il 23 ottobre 1982 viene realizzato un L’identikit si basava sulla testimonianza di due fidanzati, Giampaolo Tozzini e Rossella Parisi che stavano percorrendo con la loro automobile via Mascagni a Calenzano e che incrociano un’auto con una persona sospetta a bordo. Vedi qui.

L’identikit fu realizzato da Giovanni Simpatia presso Comando Compagnia Carabinieri di Prato. Allegato all’identikit vi sono delle note scritte dal Simpatia in base alle dichiarazioni dei testimoni. Le note dei connotati sono: Uomo di età 45/55 anni, spalle larghe, corporatura regolare, capelli scuri, colorito bruno, occhi grandi infossati scuri, aspetto normale, due zigomi pronunciati, viso regolare, mento affilato.

Una volta realizzato l’identikit i Carabinieri ne fecero una serie di copie. Il Simpatia una volta rientrato preso il suo ufficio fotografò, classificò e numerò progressivamente l’identikit che poi trasmise al Centro Nazionale Criminalpol di Roma divisione polizia scientifica sezione indagine tecniche, per conoscenza alla Squadra Mobile di Firenze, alla Criminalpol di Firenze, al Commissariato PS di Prato e al Comando Compagnia Carabinieri di Prato.

 

23 Ottobre 1982 1° identikit del Mostro di Firenze
Tag:             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Traduttore