La sera del 23 giugno 1982, subito dopo cena, il telefono squilla a casa di Lorenzo Allegranti. Allegranti risponde e riconosce la voce della notte prima, stavolta gli dice: “Sono della magistratura. Siccome lei ha messo a verbale cose diverse da quelle riferite dagli altri testimoni, voglio che mi racconti esattamente tutto quello che sa“. Allegranti prontamente gli risponde: “Se vuole questo mi convochi in Procura o dai carabinieri. Al telefono non le racconto un bel niente“. La voce maschile dall’altra parte del telefono si irrita per la risposta e prova ad insistere per poi concludere bruscamente la telefonata.

23 Giugno 1982 2° telefonata a Lorenzo Allegranti
Tag:             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Traduttore