Carlo Nocentini nel 1981 era psicologo e psicoterapeuta con specializzazione in psicologia differnziata della Regione Toscana. Nel 1981 il Giudice Istruttore presso il Tribunale di Prato Salvatore Palazzo gli affidò una consulenza peritale per delineare il profilo psicologico del MdF. Questo uno stralcio delle sue conclusioni: “Esiste probabilmente nel soggetto un fatto traumatico che ha agito da fondante del quadro paranoico. (…) Le donne, vengono uccise e sfregiate nella dislocazione di un raptus che tende a simboleggiare la figura materna, per cui l’evento traumatico ipotizzabile si lega a un comportamento vissuto come altamente frustrante da parte della stessa (abbandono reale o affettivo, episodi visti, con i quali il comportamento materno ha distrutto l’immagine che il soggetto s’era precostituito della madre…).

Carlo Nocentini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Traduttore