Sembra incredibile ma i depistaggi sul caso Mostro di Firenze, abbondantemente presenti durante le indagini, continuano ancora oggi. Uso la parola incredibile perchè significa che ci sono dei “buontemponi” che ancora oggi si divertono a modificare i documenti e a farli girare fra gli appassionati, e chi sa per quale scopo recondito.

E’ di pochi giorni fa il fatto che è stato accertato che “Assolto perchè il fatto non sussiste“, il libretto stampato dalla casa editrice Metropoli, non era proprio lindo, ne abbiamo parlato qui.

Oggi accertiamo un nuovo depistaggio, creato ad arte dietro una “ammirevole” protezione della privacy che riguarda la famosa segnalazione della macchina di Francesco Narducci al casello di FI Nord il giorno 8 settembre 1985, giorno ufficiale del duplice omicidio di Scopeti. Attenzione, non stiamo dicendo che non esiste la segnalazione dell’auto di Francesco Narducci, dato che non conosciamo il dato, ma che il documento che viene fatto girare fra gli appassionati è un falso creato ad arte.

Infatti questo documento, postato qua sotto, sbianchettato a dovere, fa immediatamente collegare Francesco Narducci a FI Nord dato che sono stati cancellati i nomi e i riferimenti, ma sono stai lasciati tre dati che fanno pensare subito al medico perugino, e cioè: automobile, Perugia, medico.

Chiunque assocerebbe Narducci a questa segnalazione ed invece non centra nulla e potete sincerarvi di questo andando a questo link qua, dove c’è il documento originale, sbianchettato diversamente, che mostra tutt’altra persona.

Non solo questo, ma su questo documento tarocco vi è riportata in rosso anche la scritta che fa riferimento ad un blog che tratta l’argomento MdF, mettendo lo stesso blog alla berlina per un documento che molto probabilmente, anzi sicuramente, non ha mai pubblicato.

Anche noi abbiamo sbianchettato in parte il foglio, ma lasciano le iniziali e le altre informazioni si capisce benissimo che non può trattarsi di Francesco Narducci.

Chi sarà mai l’autore che ha posato il suo cappello sul documento taroccato con lo scopo di confondere chi approfondisce il caso?

La Redazione

I depistatori odierni e i documenti taroccati: segnalazione di Narducci a FI Nord

5 pensieri su “I depistatori odierni e i documenti taroccati: segnalazione di Narducci a FI Nord

  • 21 Febbraio 2021 alle 11:24
    Permalink

    Non si clicca su nessun link dove è indicato in rosso…

    Rispondi
    • 21 Febbraio 2021 alle 14:27
      Permalink

      Corretto, grazie della segnalazione.

      Rispondi
  • 22 Febbraio 2021 alle 13:08
    Permalink

    D’accordo, ma se il documento con scritto sopra C….. Z…. fosse lui il falso fatto a regola d’arte per depistare invece dalle indagini di Perugia, voi vi fidate veramente della Madama? a Perugia erano riusciti a modificare tutti i documenti relativi al Pontile del Trasimeno, addirittura commettendo l’errore di sottoscrivere due verbali di due ritrovamenti dieversi ad ore diverse Geni Ah Ah Ah, quindi riassumendo qual’è la vera verità scevra da imbrogli? Meditate Meditate diceva un tale sorseggiando una Birra.

    Rispondi
    • 22 Febbraio 2021 alle 13:28
      Permalink

      Salve
      Non mi sembra un documento falso quello riguardante CZ ed è sbianchettato da noi per evitare che il medico in oggetto, in vita e ancora dedito al suo lavoro, non sia messo alla berlina. Se segue la cronologia dei documenti in oggetto tutto nasce da una segnalazione che determina la conseguente indagine che poi, evidentemente, porta ad un niente di fatto. Lei sospetta che il segnalatore iniziale abbia segnalato una macchina a caso?

      Rispondi
  • 29 Maggio 2021 alle 07:36
    Permalink

    A Perugia ritrovarono anche i bossoli ed il fascicolo del 68 giusto? Dopo l omicidio di baccaiano…..e da lì parti tutta la perdita di tempo sui sardi a mio avviso

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Traduttore