19 novembre 2004 viene registrata un’intercettazione telefonica, indicata come n. 7917, alle ore 18.52, in uscita dal cellulare di Gennaro De Stefano e l’Avv. Biancolella.

I due interlocutori commentavano il rigetto da parte del GIP di Perugia della richiesta di arresto presentata dal P.M. e l’avvocato non capiva chi fosse Narducci.

De Stefano rispondeva: “E’ quello scomparso nel Trasimeno!”;

Biancolella: “e come fa ad essere un vostro confidente se è morto?”;

De Stefano: “No, no, no… non mio confidente… Narducci è na cosa… Nannucci…è il procuratore di Firenze!”.

Dal Gides 2 Marzo 2005 Nota riassuntiva Nr.133/05/GIDES Pag.64

19 Novembre 2004 Intercettazione telefonica tra Gennaro De Stefano e Biancolella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Traduttore