Il 28 Giugno 2004 rilascia testimonianza Marcello Cecchi.

Questa la testimonianza: Marcello Cecchi testimonianza del 28.06.2004

Questa la sua trascrizione:

Domanda: Dove ha prestato servizio negli ultimi venti anni di carriera?

Risposta: “Dal 1980 fino al 1989, sono stato nel Nucleo di Polizia Giudiziaria della Procura Generale della Repubblica di Perugia. Il Nucleo era comandato dal Col. Colletti, a cui subentrò il Col. Di Natale. Nel Nucleo prestavano servizio il M.llo Maglionico, il Brig. Riza, il M.llo Frontera, che si è recentemente suicidato, l’App. Pellegrini, ora deceduto, l’App. Pasquale Pierotti, l’App. Learco Guerra, l’App. Bruno Del Vecchio ora deceduto, il M.llo Adriano Taralla ed altri.

Domanda: Quali mansioni svolgeva all’interno del Nucleo di P.G. dall’estate 1985?

Risposta: “Io facevo il factotum ma principalmente l’autista al Colonnello e il fotografo

Domanda: Chi era l’addetto alla ricezione dei fonogrammi?

Risposta: “Un po’ tutti, anche io chi era di piantone riceveva i fonogrammi.

Domanda: Lei ricorda di una richiesta di accertamenti fatta dalla Procura di Firenze o dal Nucleo di P.G. di Firenze a proposito del Prof. Francesco Narducci?

Risposta: “Ricordo vagamente che, parlando con i colleghi del Nucleo di P.G., durante le ore d’ufficio qualcuno parlò di una richiesta di indagini che era stata avanzata da Firenze sul Narducci. Non ricordo chi mi parlò di questa cosa ma posso dire che io ero in buoni rapporti con tutti, un po’ meno con l’app. Pierotti, come gli altri. Quando arrivò il nuovo comandante Col. Di Natale, si prese come autista l’app. Pierotti ed io fui sostituito dallo stesso nei rapporti con il comandante. Posso dire anche che sono a conoscenza, per averlo sentito dire nel Nucleo, che le indagini sul Narducci, fossero fatte in collegamento con il Nucleo Operativo del Gruppo. Aggiungo anche che ho il ricordo di un fascicolo intestato a Francesco Narducci e credo che lo trattasse il M.llo Maglionico. Debbo anche aggiungere che, nell’imminenza della costituzione delle Sezioni di P.G., qualcuno del Nucleo, mi incaricò di andare a recuperare “quel fascicolo”, così mi disse. Mi pare che me lo chiese il M.llo Maglionico. Non sono sicuro a quale fascicolo si riferisse, ma probabilmente si riferiva proprio a quello di Narducci. Il M.llo Maglionico, almeno così mi pare, mi chiese di andarlo a cercare nelle soffitte della Legione Carabinieri di Perugia in C.so Cavour, dove era stata da me portata tutta la documentazione del Nucleo di P.G., in attesa della costituzione delle Sezioni. Ero stato dieci anni alla Legione e ricordo che mi dettero le chiavi della soffitta dove ricercai il fascicolo, senza, però, trovarlo. Credo che le chiavi me le dette il piantone del Comandante. Il fascicolo era sparito. La cosa strana è che il fascicolo del Narducci, a cui quasi certamente si riferiva la richiesta, era di quattro anni prima, quindi molto recente e non poteva essere stato distrutto, in quanto ciò accadeva con carteggi di almeno dieci anni prima. Non so se sia stato aperto un procedimento penale per la sparizione del fascicolo. Io riferii la cosa oralmente al M.llo Maglionico. Aggiungo che mi trovavo molto bene con il Col. Colletti, ma debbo confessare di non essermi trovato a mio agio con il Col. Di Natale e l’App. Pierotti. Recentemente mi è capitato di parlare con amici della vicenda Narducci.

28 Giugno 2004 Testimonianza di Marcello Cecchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Traduttore