Il 23 Giugno 2004 esce un articolo a firma di Mario Spezi sul quotidiano “La Nazione”.

Nell’articolo afferma che conosceva il condannato Mario Vanni dalla fine degli anni sessanta. All’inizio dell’articolo Spezi spiega che si è trattato di un colpo di fortuna perché era andato in quella casa di riposo per trovare un vecchio amico e in una poltrona tra gli altri ospiti che stavano guardando la televisione aveva visto Mario Vanni.

“Vanni, ti ricordi di me?” gli aveva chiesto. “Oh, chi c’è! Eh, come no? Mi ricordo bene.” Subito dopo l’articolista spiega: “Il tempo è passato, era la fine degli anni sessanta quando il cronista ancora goliardo assieme a qualche decina di altri goliardi partì dalla piazza di San Casciano per una trattoria di Montespertoli portandosi in” macchina ‘Torsolo’ (il soprannome di Vanni) che sventolava la bandiera italiana…”.

23 Giugno 2004 Stampa: La Nazione
Tag:                 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Traduttore