Il 30 Dicembre 2003 rilascia testimonianza Luigi Dolciami.

Ha aggiunto ulteriori particolari alla sua deposizione del 30 maggio 2002: che di seguito si elencano:

1° L’imbarcazione da lui vista l’8 ottobre e a cui si riferiva la sua descrizione non era verosimilmente quella di cui alle foto allegate al verbale perché con forma più rettangolare e punta non “aguzza” come quella ripresa nelle foto;

2° La persona alla guida dell’imbarcazione aveva, forse, un berretto ed era vestito di “una specie di tuta di colore grigio” e il Dolciami non è in grado di dire se l’uomo potesse essere il Narducci, che, peraltro, lui aveva conosciuto solo dalle fotografie pubblicate dai giornali dal 2001 in poi e che non conosceva all’epoca;

3° A San Feliciano pressoché tutti gli abitanti dicevano che il Narducci fosse coinvolto nel giro dei delitti, in particolare il defunto Zoppitelli Giuliano e anche, tra gli altri, Ticchioni Enzo.

4° Nei giorni successivi alla morte del Narducci, un pescatore affermò che quel cadavere ripescato a Sant’Arcangelo non poteva essere quello del Narducci, non corrispondendone l’altezza.

Questa la sua testimonianza: Luigi Dolciami testimonianza 30.12.03

30 Dicembre 2003 Testimonianza di Luigi Dolciami

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Traduttore