Il 28 Febbraio 2003 rilascia testimonianza Gabriella Ghiribelli.

La Ghiribelli racconta di alcune confidenze che le sono state fatte da Giancarlo Lotti. In pratica il Lotti gli ha raccontato dell’esistenza di un “medico svizzero” che nel 1981 faceva degli esperimenti di mummificazione presso una villa presente nella zona di Faltignano, non molto lontano dal luogo dove furono uccisi nel 1983 i due ragazzi tedeschi. Aggiunge che il Lotti sapeva che questo “medico svizzero” avrebbe comprato questa villa con un falso nome. Questo medico usava i feticci in questi esperimenti nel tentativo di conservare il cadavere dello figlia che era morta molto giovane.

Alla Ghiribelli vieni fatto vedere l’album fotografico.  In quest’album riconosce il “medico di Perugia” (identificato come Francesco Narducci) che sostiene di averlo visto sicuramente a San Casciano in compagnia sia di questo “medico svizzero” (non identificato con certezza) che di un altro “medico specialista in malattie tropicali” (identificato come Achille Sertoli). Quest’ultimo era un medico, anche lui entrato nelle indagini tra i sospetti, e che avevo un ambulatorio nei locali della farmacia di Francesco Calamandrei. Viene indentificato anche un personaggio indicato come “l’orafo” (identificato come Fabio Filippi).

La Ghiribelli continua a riferire ciò che le aveva riferito il Lotti dicendo di sapere che questi soggetti il “medico svizzero” il “medico  di Perugia” e il “medico delle malattie tropicali” facevano dei festini a luci rosse con delle minorenni portate alla villa da una certa Marisa. Questa Marisa, insieme alla sorella, si fermavano spesso a pranzo dalla stessa Ghiribelli che quindi avrebbe visto anche questi minorenni diretti alla villa misteriosa. Rispetto ai festini a casa di Salvatore indovino, in questa occasione, dice di avervi anche partecipato personalmente e ci colloca sia la Filippa Nicoletti che la Milva Malatesta.

Dal Gides 2 Marzo 2005 Nota riassuntiva Nr.133/05/GIDES Pag.20

28 Febbraio 2003 Testimonianza di Gabriella Ghiribelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Traduttore