Il 18 Gennaio 2003 in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario, davanti alle massime autorità cittadine civili, militari e politiche l’alto magistrato Avvocato Generale dello Stato Gaetano Ruello, che ricopre a Firenze la veste di Procuratore Generale, avvolto nella sua toga di ermellino, afferma: “A Firenze sono stati compiuti ben 16 omicidi. Per 9 vi è l’iscrizione di indagati a registro generale mentre 7 risultano allo stato a carico di ignoti. E si continua ad indagare sui delitti del Mostro di Firenze e su fatti che sembrano ad esso connessi: con la prospettiva di veder condannato, quando sarà, qualche arzillo novantenne“. Dichiarazione poi ripresa dalla stampa nelle date del 19,20 e 21 gennaio 2003.

Dal Gides 2 Marzo 2005 Nota riassuntiva Nr.133/05/GIDES Pag.144

18 Gennaio 2003 Gaetano Ruello affossa le indagini
Tag:             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Traduttore