Il 18 Gennaio 2003 in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario, davanti alle massime autorità cittadine civili, militari e politiche l’alto magistrato Avvocato Generale dello Stato Gaetano Ruello, che ricopre a Firenze la veste di Procuratore Generale, avvolto nella sua toga di ermellino, afferma: “A Firenze sono stati compiuti ben 16 omicidi. Per 9 vi è l’iscrizione di indagati a registro generale mentre 7 risultano allo stato a carico di ignoti. E si continua ad indagare sui delitti del Mostro di Firenze e su fatti che sembrano ad esso connessi: con la prospettiva di veder condannato, quando sarà, qualche arzillo novantenne“. Dichiarazione poi ripresa dalla stampa nelle date del 19,20 e 21 gennaio 2003.

Dal Gides 2 Marzo 2005 Nota riassuntiva Nr.133/05/GIDES Pag.144

Vedi Nota GIDES 481/05 del 21 settembre 2005 Pag.4/5

In data 17 febbraio 2003 viene inviato un documento di approfondimento delle ragioni per cui il trasferimento di Michele Giuttari avrebbero compromesso le indagini in corso.

18 Gennaio 2003 Gaetano Ruello affossa le indagini
Tag:             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Traduttore