Il 22 Aprile 2002 rilascia testimonianza il Prof. Ugo Narducci.

Questo uno stralcio della testimonianza:

A seguito di una mia domanda (Giuliano Mignini) su un possibile scritto lasciato dal figlio, l’Avv. Antonio Brizioli chiede che si inserisca nel verbale una frase che anticipava curiosamente la problematica del doppio cadavere che sarebbe emersa solo dopo i primi accertamenti sul cadavere oggetto della riesumazione, cioè di lì a qualche mese e che merita riportare integralmente: “L’avvocato Brizioli afferma che il cadavere è stato riconosciuto da diverse persone che erano presenti e che quindi non è possibile le sostituzione di un cadavere e rivolge la domanda al professore Narducci Ugo, il quale risponde che Francesco è stato riconosciuto dai vari intervenuti e che non presentava alcun segno di violenza, ivi presenti i due rappresentanti della Procura facenti parte della Polizia Giudiziaria..

22 Aprile 2002 Testimonianza di Ugo Narducci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Traduttore