Il 5 Aprile 2002 rilasciava testimonianza il Dr. Alberto Speroni, all’epoca dei fatti Dirigente della Mobile.

Questo uno stralcio della testimonianza: “Il Dott. Centrone mi disse che tanto si trattava di suicidio come gli avevano detto i familiari e che quindi poteva essere riconsegnato agli stessi anche perché si trattava di una famiglia conosciuta.“.

Inoltre “Il cadavere indossava una camicia“.

Afferma di non sapeva nulla del fatto che l’Ispettore Luigi Napoleoni aveva svolto indagini sul “Mostro di Firenze” a Perugia, a Foligno e a Firenze.

5 Aprile 2002 Testimonianza di Alberto Speroni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Traduttore