Il 13 Febbraio 1996 alle ore 11.00 il PM Pietro Tony si presenta in aula comunicando alla Corte che ha quattro nuovi testimoni che potrebbero arricchire le prove di colpevolezza per Pietro Pacciani e quindi che potrebbero far cambiare idea per primo proprio a lui. Spuntano i testimoni Alfa, Beta, Gamma, Delta. La Corte nella persona del Presidente Francesco Ferri non ammette i testimoni in quanto indicati solo con una lettera greca, se ne deve conoscere i nomi per accettarne le testimonianze.

Cosi si espresse il Presidente. “Noi non possiamo sentire alfa e beta, non siamo a una lezione di algebra, non possiamo stare in attesa che la Procura si decida a togliere il segreto dei nomi. O ci dicono subito chi sono Alfa, Beta, Gamma e Delta e possiamo farli venire in aula a testimoniare, oppure non se ne fa niente“.

Il Procuratore Tony replica che: “Ci sono due testi oculari che affermano di essere stati presenti al delitto del 1985.

13 Febbraio 1996 Nuovi testimoni: alfa, beta, gamma e delta
Tag:                     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Traduttore