Il 25 Maggio 1992 arriva una missiva, regolarmente affrancata con timbro postale di San Casciano, presso la stazione dei Carabinieri di San Casciano. La busta presenta stampigliata la dicitura “importante”. La busta contiene una lettera anonima e uno straccio al cui interno è presente un’asta guidamolla. La lettera afferma che è l’asta guidamolla della pistola Beretta 22 LR ed accusa espressamente Pietro Pacciani di essere il MdF.

Lo straccio è ricavato da una fodera ed è tagliato con delle forbici, ci sono motivi floreali verdi su fondo bianco. La lettera afferma che la pistola è stata smontata e i pezzi, avvolta in stracci e sotterrata in barattoli di vetro.

Quel pezzo viene affermato di essere stato recuperato sotto un albero in località Crespello-Luciano.  Allegata vi è anche una piantina disegnata a mano del punto esatto del ritrovamento. Il testo della lettera scritta in stampatello maiuscolo è il seguente:

QUESTO E’ UN PEZZO DELLA PISTOLA DEL MOSTRO DI FIRENZE E STA’ SULLA “NAZIONE”. C’ERA LA FOTOGRAFIA. STAVA IN UN BARATTOLO DI VETRO STIANTATO [QUALCUNO LO A’ TROVATO PRIMA DI ME]. SOTTO UN ALBERO A CRESPELLO-LUIANO. E’ SI VEDE IL TABBERNACOLO DELLA VERGINE. IL PACCIANI ANDAVA LI E VORAVA ALLA FATTORIA. ANCHE LA MOGLIE E LA FIGLIA GRANDE PASSEGGIAVANO LI E SONO GRULLE E’ FANNO TUTTO QUELLO E’ LUI GLI COMANDA SE NO’ NE TOCCANO. IL PACCIANI E’ UN DIAVOLO E’ INCANTA I BISCHERI ALLA T.V. MA NOI LO SI CONOSCE BENE E LO AVETE CONOSCIUTO ANCHE VOI. PUNITELO E DIO VI BENEDIRA’ PERCHE’ UN E’ UN OMO E’ UNA BERVA. GRAZIE.”

Questo il luogo del ritrovamento indicato.

Il riferimento al “… e sta’ sulla Nazione” corrisponde ad un articolo pubblicato il 5 maggio 1992 nell’ambito di un servizio sulla vicenda del MdF intitolato “I segni della Beretta”. L’articolo mostra e racconta come la pistola sia smontabile in quaranta pezzi, elencando le caratteristiche della pistola Beretta calibro 22 accompagnato dalle fotografie di ogni suo componente.

Successivi accertamenti mettono in evidenza che l’astaguidamolla può appartenere ad una delle seguenti pistole: Beretta modello 70 e 75 calibro 7.65 oppure alla Beretta modello 71, 74 e 76 calibro 22 canna lunga.

25 Maggio 1992 Lettera anonima ai Carabinieri di San Casciano

2 pensieri su “25 Maggio 1992 Lettera anonima ai Carabinieri di San Casciano

  • 21 Giugno 2021 alle 15:55
    Permalink

    potrebbe essere una lettera del Cittadino Amico?

    Rispondi
    • 21 Giugno 2021 alle 17:33
      Permalink

      Dubitiamo. A meno che non perorasse una seconda fase della distrazione di massa.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Traduttore