Claudio Pitocchi è nato a Umbertide (PG) ma residente a Tavarnelle Val di Pesa, di professione operaio.

Entra nella vicenda del MdF in quanto la targa della sua automobile FIAT 131 Diesel FI F 73759 di colore bianco venne ritrovata come appunto, assieme alla parola coppia, nella perquisizione del 3 dicembre 1991 a Pietro Pacciani. L’automobile fu acquistata dal Pitocchi presso la Chianticar di Certaldo nel 1985. 

Il Pitocchi confermò che con la 131 si era più volte appartato con delle ragazze, in particolare con una ragazza di Mercatale di nome Lapini Scilla con la quale era stato fidanzato per 2 anni. Sia con lei che con altre ragazze si era appartato nelle campagne di San Casciano compresa la zona degli Scopeti, ma di non aver mai notato nessuno che li spiasse.

Claudio Pitocchi aveva deposto il 30 maggio 1994 nel processo Pacciani.

L’8 dicembre 1995, dopo una serata con degli amici presso un bar di San Casciano, più o meno intorno alla mezzanotte, con il motorino Aprilia 50, si era diretto verso casa. Ad un incrocio, perso il controllo del mezzo, aveva impattato contro un cancello morendo sul colpo all’età di 31 anni. 

Claudio Pitocchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Traduttore