RIVELAZIONI DI UN CARABINIERE A UN GIORNALISTA

Pacciani, sequestrata videocassetta

FIRENZE – Una videocassetta sulla quale è registrata una conversazione tra un giornalista di Firenze, Mario Spezi, e il comandante della stazione dei carabinieri di San Casciano (Firenze), il maresciallo Arturo Minoliti, è stata sequestrata ieri mattina dalla polizia a casa dello stesso Spezi, su ordine della procura del capoluogo toscano. Il sequestro è stato disposto dal procuratore aggiunto Francesco Fleury nell’ambito di un’inchiesta, per il momento senza indagati, aperta dopo la pubblicazione di un libro di Spezi, «Toscana nera», che contiene il racconto di presunti retroscena delle indagini su Pietro Pacciani. Nel libro il giornalista riferiva di aver ricevuto alcune confidenze da un sottufficiale dei carabinieri – del quale non faceva il nome, ma che è stato poi identificato nel maresciallo Minoliti – secondo il quale alcune prove utilizzate contro Pacciani sarebbe state in qualche modo «costruite» dagli investigatori dell’epoca. Il giornalista nelle scorse settimane aveva riferito di aver videoregistrato, all’insaputa del sottufficiale dei carabinieri, la conversazione nella quale il maresciallo Minoliti gli aveva raccontato il retroscena. La cassetta con quel colloquio da ieri mattina è agli atti dell’inchiesta di Fleury, che nell’ordine di perquisizione ha scritto di voler chiarire «l’effettiva portata delle rivelazioni fatte dal maresciallo Minoliti».

https://ricerca.gelocal.it/iltirreno/archivio/iltirreno/1998/06/02/LF104.html

2 Giugno 1998 Stampa: Il Tirreno
Tag:                 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Traduttore