Il 1 giugno 1988, subito dopo la scarcerazione a seguito dell’assoluzione del 19 aprile 1988, Salvatore Vinci viene denunciato da un vicino di casa, un pastore di 60 anni residente a Villacidro, per un presunto assalto sessuale. Denuncia in seguito ritirata. Ne riposta un accenno L’Unità del 7 dicembre 1988 e un articolo più dettagliato de La Repubblica, del 5 giugno 1988.

Interessante che questa denuncia arrivi subito dopo la scarcerazione e ancora più interessante che l’uomo sospettato di essere il MdF appena libero tenti un assalto sessuale, non ad una coppia, o ad una donna, ma a un pastore maschio di 60 anni, che magari si può essere prestato per mantenere “legato” il Vinci alla giustizia, infatti il Procuratore…

1 Giugno1988 Salvatore Vinci assale sessualmente un vicino di casa

2 pensieri su “1 Giugno1988 Salvatore Vinci assale sessualmente un vicino di casa

  • 26 Settembre 2021 alle 09:08
    Permalink

    magari può aver agito su ordine di FN, che all’epoca era ancora vivo visto che il cadavere ripescato in lago non era il suo.

    Rispondi
    • 26 Settembre 2021 alle 13:03
      Permalink

      Salvatore Vinci conosceva Francesco Narducci?

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Traduttore