In seguito alla riunione tenuta a Palazzo Medici Riccardi ed alla decisione di attivare una forte campagna pubblicitari per avvertire i ragazzi del pericolo vennero stampati un paio di milioni di volantini, cartoline e manifesti da distribuire sul territorio fiorentino. Nel 1987 era normale vedere su autobus, vetrine dei negozi, ai caselli autostradali, negli alberghi, negli ostelli della gioventù, nei campeggi, negli uffici pubblici, nelle stazioni ferroviarie i cartelli della campagna Occhio Ragazzi.

Venne celermente girato anche uno spot pubblicitario il cui ideatore fu Mario Lovergine e realizzato con la regia di Paolo Pratesi. La colonna sonora era estrapolata da una canzone di Renzo Arbore, “Ma la notte no” di un paio di anni prima e gentilmente messa a disposizione dalla Fonit Cetra con la concessione dello sfruttamento gratuito.

Lo spot fu trasmesso dalla Rai e da molte televisioni locali a titolo completamente gratuito e, la sola estrapolazione vocale, fu trasmessa anche attraverso le centinaia di radio private.

 

1 Maggio 1987 Riattivazione della campagna “Occhio Ragazzi”
Tag:                 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Traduttore