Immagine di proprietà di OKmugello

L’intuizione del 16 settembre 1985 del maresciallo Antonio Amore, la perquisizione e le successive informative recuperate su Giampiero Vigilanti portano a redigere una nota sullo stesso datata 18 Novembre 1985 e firmata da MM.

Questo il documento originale: 18 novembre 1985 Nota su Giampiero Vigilanti

Nella Nota, oltre i dati anagrafici, sono riportate tutte una serie di informazioni che fanno ritenere il soggetto compatibile con la figura del MdF.

APPUNTO

OGGETTO: Mostro di Firenze.

Nel corso dellattività informativa volta a identificare il cosidetto “Mostro di Firenze” si è avuta lopportuni di rilevare, da più parti, segnali e indicazioni su di un certo VIGILANTI Gian­piero, poi identificato in VIGILANTI Giampiero di Emilio e di ASSI­RELLI Assunta, nato a Vicchio (FI) il 22.11.1930, residente a Pra­to (FI) in via Antonio Anile n.10, coniugato con F. Elena, con prole.

Il 16.9.1985, poiché già sospettato, è stato oggetto di perquisizine domiciliare senza esito, da parte dellArma locale, sia nella re­sidenza di Prato che a Vicchio, in località Padule, presso labitzione della madre sita in via Caselle n.36.

Sul conto del VIGILANTI bisogna comunque segnalare che:

  1. E’ alto m.1,90 circa, corporatura robusta, capelli brizzolati e occhi verdi.

  2. E’ in possesso della Licenza di porto d’armi di fucile n.637758G rilasciata dalla Questura di Firenze il 25.11.1983.

  1. E’ in possesso della pistola automatica HIG STANDARD USA a 10 colpi cal.22 da tiro, matricola n.1855392, regolarmente denun­ciata.

  2. E’ iscritto presso la sezione del Tiro a Segno Nazionale di Prato.

  3. Ha il permesso di trasportare armi da tiro dalla propria abi­tazione al poligono di tiro e viceversa, nonché di disputare gare di tiro a segno fuori la sede della locale sezione.

  4. E’ conosciuto presso i locali organi di Polizia per oltraggio a Pubblici Ufficiale, furto, tentata estorsione, violazione al TULPS, art.1 38 R.D. 18.6.1931 n.773, contravvenzione al fo­glio di via obbligatorio.

  5. In data 12.7.1983 è stato riabilitato dalla Corte d’Appello di Firenze.

  6. Dal 1953 al 1958 ha fatto parte della Legione Straniera, combattendo in Indocina e in Africa. In quel periodo si è fatto fotografare con due teste decapitate in mano.

  7. Il 30.1.1961 ha tentato il suicidio mentre si trovava ricoverato presso l’Ospedale Assistenza Scarcerati Italiani di Firenze.

  8. Nel 1963 stato curato perchè in preda a crisi depressiva.

  9. Dall’80 gode di pensione per malattia.

Sull’interessato, inoltre, si è venuti autonomamente a conoscenza che:

– obbligherebbe la moglie a prostituirsi;

– sarebbe in possesso di altre armi non denunciate e opportuna­ mente ben nascoste;

– è solito di sera allontanarsi da casa e ritornare a notte fonda;

– è sua abitudine spostarsi in autovettura portando con se due cani.

La nota informativa viene inviata al magistrato inquirente il 29 novembre 1985 Trasmissione appunti al Magistrato.

18 Novembre 1985 Trascrizione nota su Giampiero Vigilanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Traduttore