IL Centro Carabinieri Investigazioni Scientifiche rilascia una prima analisi dello straccio rinvenuto nella perquisizione della casa di Salvatore Vinci in data 30 luglio 1984. L’analisi chimico-microscopiche evidenziavano che le tracce scure striate fossero riconducibili ad un’arma da fuoco come residui di combustione.

Precedenti perizie:

20 aprile 1985

23 Ottobre 1985 Secondo risultato della perizia sullo straccio di Salvatore Vinci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Traduttore