NUOVO TESTE NELL’ INCHIESTA SUL MOSTRO ‘MI DIEDE UN PASSAGGIO IN AUTOSTOP”

FIRENZE – E’ in corso nella caserma dei carabinieri di Borgo San Lorenzo, in provincia di Firenze, l’ interrogatorio di una studentessa che è stata protagonista il 26 settembre scorso di un incontro che potrebbe fornire alcuni utili tracce ai magistrati che indagano sugli omicidi commessi dal “mostro” di Firenze. La ragazza fece l’ autostop per andare da Firenze, dove studia, a Borgo San Lorenzo, dove vive con i genitori. Verso le 13,15 le dette un passaggio un uomo sui cinquantacinque anni, alto, robusto che era a bordo di un’ auto di colore celeste. Durante il viaggio – ha detto la ragazza – l’ uomo portò la conversazione sul “mostro” e disse che l’ assassino aveva mandato alla magistratura una parte di quanto aveva asportato dal corpo dell’ ultima vittima, Nadine Mauriot. In quel momento la notizia era nota, oltre che al “mostro” soltanto agli inquirenti ed ai redattori del settimanale “Epoca” che ne stavano preparando la pubblicazione. Alle 15,03 una sintesi dell’ articolo del settimanale fu diffusa dall’ “Ansa”.

https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1985/10/19/nuovo-teste-nell-inchiesta-sul-mostro-mi.html?ref=search

19 Ottobre 1985 Stampa: La Repubblica – Nuovo teste nell’inchiesta sul mostro “Mi diede un passaggio in autostop”
Tag:                                     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Traduttore