Il 28 Settembre 1985 la signora Simonetta Costanzo rilascia un elaborato che si compone di 4 pagine dattiloscritte del quale è reperibile solo uno stralcio pubblicato in un articolo del Corriere del 1° novembre 2001.

In questo elaborato si ventila e si sottolinea l’attendibilità dell’ipotesi secondo cui “Il compilatore riteneva che gli omicidi potessero essere opera di più aggressori, forse appartenenti a una comunità religiosa segreta, una specie di setta dedita alla magia nera. E a sostegno della tesi citava alcuni elementi giudicati particolarmente significativi, quali il fatto che alcune vittime sui loro corpi presentassero segni di forma semicircolare, come se l’assassino avesse voluto raffigurare disegni e forme magiche, il fatto che dalle borsette delle donne non fosse stato sottratto alcun valore – e ciò avrebbe confermato il carattere spirituale delle sedute –, i luoghi prescelti, la maggior parte dei quali iniziavano con una lettera “S” e con cui gli assassini avrebbero forse inteso far riferimento a nomi di Santi, l’evidente preferenza per le notti di novilunio e dei giorni prefestivi e festivi, giorni che sembravano reiterare il numero 9 (19.6.82; 9.9.83; 29.7.84; 8.9.85), forse ritenuto un simbolo fallico.

28 Settembre 1985 L’elaborato di Simonetta Costanzo

5 pensieri su “28 Settembre 1985 L’elaborato di Simonetta Costanzo

  • 18 Aprile 2021 alle 18:41
    Permalink

    macchè numero “9”: è evidente e certo che nella serie il numero che lucifera è l’ “8” tanto da essere incluso anche nelle serie precedenti, come a qualsiasi persona che abbia approfondito un minimo le tematiche di iniziazione simbolico-crittografica massonica ben sa e riconosce al volo. Fa strano che una così attenta e preparata come la SC abbia preso una simile cantonata, a meno che la sua non sia stata una cantonata appositamente voluta per mandare un messaggio trasversale a qualcuno.

    Rispondi
    • 19 Aprile 2021 alle 08:08
      Permalink

      Potrebbe illustrare in che termini è l’8 in numero che lucifera? Grazie.

      Rispondi
      • 19 Aprile 2021 alle 11:15
        Permalink

        massonicamente è cosa nota quella del “8” in quanto multiplo del “2” rappresentato dalle Colonne (Jakim e Boaz) e spesso riportato direttamente nel loro numero di spire di attorcigliamento.
        Numerologicamente e nella Kabala, l’aggiunta di zeri ed il ricorso ai multipli pari, è da sempre artificio di criptazione agli occhi e alla mente dei non affiliati.
        In “architettura” (il Dio massone architetto dell’universo), il “2” indica la “Linea” sia tecnica e banale sia soprattutto quella di senso di progresso ed illuminazione, il divenire. il “9” non rappresenta nulla nè a livello architettonico nè spirituale.
        Ed il “due”, duplicità, è il simbolismo base usato a negazione della Trinità nonchè quello del dualismo Ben/Male entrambi presenti e necessari nel mondo che massoneria ed ebraismo trattano.
        Gli stessi riti satanici, in forma propria e con le dovute elaborazioni loro proprie, ne fanno ricorso.

        Il “9”, è genericamente un numero dato in pasto ai non introdotti in quanto, fuori da ogni legge kabalistica e numeroligica (in numerologia addirittura somma a zero!), in quanto è facile da usare per manipolare i pensieri e nascondere gli arcani, presentandolo come alter-ego interscambiabile della sua forma rovesciata (“6”) in riferimento noto “666” numero della Bestia, quanto invece è il numero criptato di riferimento dell’imperatore romano dell’epoca ed in massoneria non riporta minimamente a Satana ma alla funzione del Potere Temporale/Stato del dominio dell’uomo sull’uomo.

        Molteplice letteratura in merito è disponibile in rete e soprattutto nelle biblioteche di settore; una consultazione almeno dei testi classici di riferimento potrà in ogni caso esservi ben più utile ed approfondita di queste brevi mie spiegazioni.

        Rispondi
        • 19 Aprile 2021 alle 13:54
          Permalink

          Grazie, molto chiaro. Può anche associare il numero agli omicidi commessi? Cioè il rapporto esistente?

          Rispondi
          • 19 Aprile 2021 alle 19:03
            Permalink

            Essendo nei fatti ignoti gli autori così come la motivazione specifica a causa di quei delitti, ed ignoto il perchè terminarono: no, direi che non sia possibile tentarne il tipo di lettura domandato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Traduttore