Il 11 settembre 1985 giunge presso la stazione dei Carabinieri di San Casciano una lettera anonima spedita da Firenze il giorno 16 settembre 1985 e scritta a mano mediante un pennarello verde.

Il testo della lettera recitava:

Mercatale 11.9.1985

Alla caserma dei Carabinieri di San Casciano e per conoscenza alla questura di Firenze.

Vogliate al più presto interrogare il nostro concittadino Pacciani Pietro nato a Vicchio e residente e residente nel nostro paese in Piazza del Popolo a Mercatale V.P. questo individuo a detta di molta gente è stato in carcere per 15 anni per aver ammazzato la propria fidanzata; conosce 1000 mestieri, un uomo scaltro, furbo un contadino “con le scarpe grosse e il cervello fino”. Tiene sotto sequestro tutta la famiglia la moglie grulla le figliole non le fa mai uscire di casa non hanno amicizie. Vogliate intervenire ed interrogare l’individuo e le figlie. E’ un tiratore scelto.

In seguito durante l’interrogatorio di Floriano Delli del  25 gennaio 1998 Michele Giuttari nota una somiglianza fra la scrittura del Delli e quella della lettera anonima. Giuttari chiede al Delli di scrivere un testo su cui farà eseguire un confronto calligrafico con la suddetta lettera anonima. Il riscontro è positivo. Il Delli verrà riconvocato pochi giorni dopo il 25 e nell’occasione ammette di essere l’autore della lettera anonima: “Non ho difficoltà a dire subito che l’ho scritta e l’ho spedita io. L’ho scritta appena letto sul giornale dell’omicidio di Scopeti“.

11 Settembre 1985 Lettera anonima ai Carabinieri di San Casciano su Pietro Pacciani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Traduttore