Il 18 gennaio 1984 viene interrogato Giovanni Mele che al Giudice Istruttore disse che non nutriva assolutamente fiducia nel fratello Stefano Mele, lo considerava uno stupido, legato a dinamiche contadinesche in uso nella Sardegna rurale e riteneva del tutto inutile insistere ad interrogarlo in quanto non avrebbe ma fornito aiuto alla risoluzione del caso. Rispetto alla sua posizione per il delitto di Signa del 1968 affermò di trovarsi per motivi di lavoro a Castiglion delle Stiviere.

18 Gennaio 1984 Interrogatorio di Giovanni Mele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *