La mattina dell’11 settembre 1983, circa le 6.30, i Carabinieri si dirigono verso l’abitazione di Antonio Vinci per eseguire una perquisizione che scaturisce da una segnalazione anonima. La segnalazione anonima parla di presenza di armi in casa del Vinci. La perquisizione non dette nessun esito, non furono trovate armi, ma i Carabinieri approfittarono per per valutare l’alibi di Antonio Vinci per la notte dell’omicidio dei due ragazzi tedeschi. Il suo alibi risultò confermato dalle 10.30 del 10 settembre sino alle ore 1.30 di domenica 11 settembre, lo confermarono la moglie e alcuni amici.

11 Settembre 1983 Segnalazione anonima su Antonio Vinci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Traduttore