Il 9 dicembre 1982 Francesco Vinci chiede di poter parlare con il procuratore Vincenzo Tricomi. Nell’occasione gli riferisce che: “L’altro ieri è arrivato in sezione un detenuto, tale Francesco T., che saputo che ero Vinci Francesco mi disse che un detenuto della Casa di Reclusione di Porto Azzurro gli aveva confidato che avevano incarcerato un innocente in quanto io non ero la persona a cui aveva dato la pistola calibro 22, con la quale gli omicidi erano stati commessi“.

9 Dicembre 1982 Interrogatorio di Francesco Vinci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *