Il poliziotto Guido si presenta per testimoniare e racconta che il sabato 6 giugno 1981, circa verso le ore 22.45, era a bordo della sua Fiat 500 e percorreva via di Mosciano per recarsi a Pian dei Cerri dove c’è il ristorante “La Cesira” gestito dalla sua ragazza e dai genitori di questa. Si trattiene al ristorante per circa 15 minuti per poi ripartire percorrendo via dell’Arrigo. Subito dopo aver passato la Taverna del Diavolo, circa alle ore 23.00/23.30, arrivato in via delle Croci, incrocia una macchina che sopraggiunge in senso contrario al suo. Si tratta quindi di un’auto diretta verso il luogo del delitto che dista da quel punto circa 2 km..

L’auto in questione è una Ford Taunus arancione. Guido è costretto a rallentare e fermarsi per permettere lo scambio delle due auto. Guido conosce bene quell’auto, di cui mentalmente annota modello e primi numeri della targa, in quanto il proprietario di quella autovettura, in passato, era stato sorpreso da alcuni suoi amici mentre spiava delle coppie. Lo aveva anche già visto personalmente in via di Marciola e in via San Michele. Si tratta di Enzo Spalletti e questa testimonianza lo colloca vicino alla scena del crimine e in orario compatibile con lo stesso.

La ragazza del poliziotto e i suoi genitori, sentiti poi in seguito, confermano gli orari indicati da guido.

11 Giugno 1981 Testimonianza di Guido “il poliziotto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Traduttore