Il mattino del 17 settembre alle 9.45, arriva all’ufficio dei carabinieri di Borgo S.Lorenzo, una lettera anonima imbucata a Firenze il giorno 16/9/1974 (Quando le poste funzionavano!). La lettera contenente un foglio di carta di riso scritto a macchina e firmato “B.B. FIRENZE”, con la quale si denunciano degli avvenimenti violenti o anche minacce commesse a volte da una, a volte da due persone, in danno di coppiette. I luoghi indicati erano nelle località Salaiole, Monte Pulico, Polcanto, e sulla strada che dell’Olmo porta a Molin del Piano.

Trascrizione: 17 Settembre 1974 Lettera anonima 9.45

In relazione al grave fatto di sangue avvenuto nei dintorni di Sagginale, penso doveroso esporre quanto segue: 

   Mi sono trovato a varie riprese nella zona di Salaiole, Monte Pulico, Polcanto e sulla strada che dall’Olmo porta a Molin del Piano.

Mi sono recato in compagnia femminile, appartandomi in luoghi abbastanza riparati.

Ebbene, in ognuna di queste località ho sempre notato un’auto con sopra un’individuo il quale (nascosta la sua auto) si dava un gran da fare per avvicinarsi alle macchine in sosta con coppiette all’interno. 

   Ha infastidito anche lo scrivente, tanto che una volta l’ho redarguito ricevendo in risposta gravi e violente minacce. Essendo(io) di età non più giovane ed impulsiva, mi sottrassi alla reazione dell’energumeno il quale dopo essersi allontanato, ritornò sul posto con altra persona. Tutti e due avevano in mano grosse pietre ed altro che io non potei vedere in quanto mi stavo allontanando.

Devo precisare quanto segue:

   L’individuo dell’auto aveva un’apparente età di circa 40/45 anni, scuro di pelle e di capelli, con accento meridionale, altezza circa 1,60-1,70, di corporatura robusta. Sembrava un bracciante od un manovale o qualcosa di simile.

   L’altro che ho veduto da lontano mi e sembrato di età sulla cinquantina più alto del primo e leggermente ricurvo.

   Il primo arrivò con l’auto da solo, l’altro era già con sul posto ma io non lo avevo notato prima. comunque doveva essere molto vicino perché ritornarono insieme dopo appena 5 minuti.    L’auto era un FIAT 127 colore bianco/latte, con una decalcomania rettangolare raffigurante un bandiera italiana, incollata posteriormente vicino alla targa.

   Il numero di targa dovrebbe essere FI 575356. (oppure 575386) più probabilmente il primo. 

Ho notato questo individuo sempre di sabato pomeriggio.

Per motivi familiari non posso espormi di più, ma spero che quanto sopra possa essere di un qualche utilità, se non altro per tenere d’occhio la zona che è piena di quest guardoni/maniaci pericolosi alle reazioni di giovani che non si aspettano di trovarsi davanti dei pazzi criminali decisi a tutto.

B.B. FIRENZE.

17 Settembre 1974 Trascrizione lettera anonima ai Carabinieri di Borgo San Lorenzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *