Walter Calzolai in compagnia di alcuni amici transita per la località “Sagginale” verso le ore 00.30 del 15 settembre, un’ora compatibile con il momento dell’omicidio. Notarono un’autovettura ferme sulla strada, a luci spente, con la luce interna accesa, con la parte anteriore rivolta verso l’imbocco di una strada campestre distante circa 50 metri dal tratturo che conduce al posto del delitto. Poteva trattarsi di una Simca, o di una BMW, o di una Giulia; forse di colore grigio.

Trascrizione: 16 Settembre 1974 Verbale Walter Calzolai 11.20

STAZIONE CARABINIERI DI FIRENZE

GRUPPO DI FIRENZE= NUCLEO INVESTIGATIVO 

L’anno millenovecentosettantaquattro, addì 16 del mese di settembre in Firenze, uffici del Comando Tenenza CC. di Borgo S. Lorenzo, ad ore 11.20.

Avanti noi, sottoscritto M/llo Trigliozzi Domenico, del suindicato Nucleo, è presente CALZOLAI Walter, nato a Borgo S. Lorenzo il 25/2/1956, residente a Borgo S.Lorenzo, frazione Sagginale, 3, celibe, incisore di metalli, il quale, spontaneamente, dichiara:

Verso le ore 00.30 del giorno 15 settembre corrente, mentre ero a bordo dell’autovettura Fiat 127, targata FI., numero che non ricordo, di proprietà del mio amico Assirelli Daniele, abitante a Sagginale, che ne era al volante, e dove prendevano posto anche Pierottoli Alfredo, abitante a Sagginale, nonché Bruni Alvaro, abitante in località “Palagio” di Borgo S.Lorenzo, con direzione di marcia Borgo S.Lorenzo Sagginale, ho notato, come pure i miei amici, un’autovettura ferma sul lato destro della strada, rispetto alla direzione di marcia del mezzo su cui ero io, in località “Fontanine o Fontanelle” di Borgo S. Lorenzo, alla distanza di circa 50 metri dal tratturo che adduce al posto in cui sono stati in seguito rinvenuti i cadaveri di due giovani. -Tale autovettura era a luci spente, mentre all’interno la luce era accesa. -Potrebbe trattarsi di una Simca o di una Giulia o BMW, di colore grigio. -Non ho altro da aggiungere.

D.R.: – era ferma secondo me, mentre ad un altro è sembrato che stesse facendo retromarcia, esattamente ad Alfredo. – Era al lato della strada, su una stradetta che porta in campagna, con la parte posteriore verso la strada. Non ho visto se e quante persone vi fossero a bordo.

D.R.: – in quella zona si recano coppie di innamorati, perciò la presenza della macchina non ci insospettì.

D.R.: – saputo del rinvenimento dei due cadaveri, ne ho riparlato con Alfredo, che pure si è ricordato del particolare della macchina notata come anzidetto, per cui sono venuto ieri sera in questi uffici, riferendone verbalmente. Oggi, richiamato, ho ripetuto il fatto, che confermo .

D.R.: -non ho altro da aggiungere.

16 Settembre 1974 Trascrizione testimonianza di Walter Calzolai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *